aziende - Studio Commerciale Catani dott. Paolo - commercialista - cessione quote srl - revisione legale

Vai ai contenuti

Menu principale:

aziende

professione > revisione legale

Revisore legale

La Legge di riforma del Diritto fallimentare approvata nel corso dell'anno 2017 dal Senato andrà a modificare significativamente i parametri stabiliti dall'articolo 2477 del Codice Civile, relativi all’obbligo della nomina del Collegio Sindacale, ovvero del Sindaco Unico, per le società a responsabilità limitata.

Tale modifica, che troverà attuazione nel corso dell'anno 2018 o al più tardi nell'esercizio 2019, coinvolgerà oltre 175.000 SRL le quali dovranno valutare attentamente la propria specifica situazione al fine di non trovarsi spovvisti del necessario Organo di controllo.


Con l'attuazione della riforma, l'obbligo di nomina dell'Organo di Controllo scatterà al superamento per due esercizi consecutivi, d almeno UNO dei seguenti limitii:


  • € 2.000.000 di Ricavi delle vendite e/o delle prestazioni
  • € 2.000.000 di Attività nello Stato patrimoniale
  • n. 10 dipendenti occupati in media durante l'esercizio.

Precedentemene alla riforma in argomento era necessario aver superato almeno DUE dei seguenti limiti :

  • € 8.800.000 di Ricavi delle vendite e/o delle prestazioni;
  • € 4.400.000 di Attivo dello Stato patrimoniale;
  • n. 50 dipendenti occupati in media durante l’esercizio.

Il dott. Paolo Catani è regolarmente iscritto al Registro dei Revisori Legali tenuto presso il Ministero dell'economia e delle finanze ed è pertanto abilitato a controllare e verificare la conformità alle leggi italiane ed internazionali dei bilanci ( e talvolta anche dell'attività aziendale tutta ) di aziende pubbliche e private.

L’attività svolta è finalizzata alla redazione della Relazione del Revisore Legale al bilancio, inclusiva del “giudizio sul bilancio”, cioè un parere sulla correttezza formale e sostanziale del bilancio stesso. La revisione contabile può essere svolta in quanto richiesta dalla legge (“revisione legale dei conti”) oppure a titolo volontario.

La revisione legale dei conti è dunque un’attività volta a salvaguardare l’affidabilità della comunicazione finanziaria a rilevanza esterna delle aziende al fine di tutelare tutte le parti (ad esempio, gli azionisti, i dipendenti, i clienti, i fornitori, il fisco) interessate all’attività dell’azienda e al suo andamento. Essa mira, inoltre, a garantire la trasparenza del mercato.

In base all’attuale formulazione dell’art. 2477 c.c. – come da ultimo modificato dall’art. 35 d.l. 5/2012, convertito dalla legge 35/2012, in vigore dal giorno 10 febbraio 2012 – il regime legale dei controlli nella s.r.l., in mancanza di diverse previsioni statutarie, è da intendersi nel senso che sia la funzione di controllo di gestione (ex art. 2403 c.c.) sia la funzione di revisione legale dei conti (ex art. 14 d.lgs. 39/2010) sono attribuite ad un unico organo monocratico, genericamente individuato con la locuzione “organo di controllo o revisore”. La nomina del Revisore Unico può consentire all'azienda il contenimento dei costi rispetto all'organo collegiale di revisione, ques'ultimo di norma composta da tre o cinque membri.

Per ogni approfondimento, vi invitiamo a contattarci.



Torna ai contenuti | Torna al menu